Mappa di Atina

Mappa interattiva del comune di Atina. Una guida per turisti e non, sempre a portata di mano.
","%_oembed_time_f6acc0cfccf0f65d4132088e91ac1d8f%":"1673563134","%_oembed_6fbe6f54a52805160d3225a85c5b1a48%":"
View this post on Instagram

A post shared by Visit Atina (@visit_atina)

","%_oembed_time_6fbe6f54a52805160d3225a85c5b1a48%":"1673563158","%_elementor_css%":{"time":1673567094,"fonts":[],"icons":[],"dynamic_elements_ids":[],"status":"file","0":""},"taxonomy=category":"Chiese, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"1725, ampliata, cappelle, chiesa, cupola, de, de mellis, dedicata, dedicata a san, facciata, giovanni, giuseppe, giuseppe de, giuseppe de mellis, preposto, san, san fortunato, san giovanni, seguito, torri"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png"},"id":110,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png","name":"Chiese","id":"1","type":"category","extension_fields":{"cat_order":"1"}}]},{"source":"post","title":"Convento di San Francesco","infowindow_content":"
\r\n
\"Ex-Convento-San-Francesco-Atina-\u00a9GiuseppeMassa\"
\r\n
\r\n
\r\n
Convento di San Francesco
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Nel 1222 San Francesco d’Assisi raggiunse la Valle di Comino per dedicarsi alla preghiera e maturare spiritualmente. Per tre anni si stabil\u00ec a Vicalvi, dove ottenne dai benedettini di Montacassino l’utilizzo di una piccola cappella dedicata al Crocifisso e due stanzette annesse, che in seguito ampliate, divennero l’attuale convento. Durante la sua permanenza, San Francesco […]","address":"Viale Amerigo Vecchione, 8, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.618944189470476","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.801957266934206","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/convento-di-san-francesco/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Nel 1222 San Francesco d’Assisi raggiunse la Valle di Comino per dedicarsi alla preghiera e maturare spiritualmente. Per tre anni si stabil\u00ec a Vicalvi, dove ottenne dai benedettini di Montacassino l’utilizzo di una piccola cappella dedicata al Crocifisso e due stanzette annesse, che in seguito ampliate, divennero l’attuale convento. Durante la sua permanenza, San Francesco […]","post_content":"\n

Nel 1222 San Francesco d'Assisi raggiunse la Valle di Comino per dedicarsi alla preghiera e maturare spiritualmente. Per tre anni si stabil\u00ec a Vicalvi, dove ottenne dai benedettini di Montacassino l'utilizzo di una piccola cappella dedicata al Crocifisso e due stanzette annesse, che in seguito ampliate, divennero l'attuale convento. Durante la sua permanenza, San Francesco prese un'importante decisione: diventare sacerdote.

\n\n\n\n ","post_title":"Convento di San Francesco","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/convento-di-san-francesco/","post_featured_image":"
\"Ex-Convento-San-Francesco-Atina-\u00a9GiuseppeMassa\"
","post_categories":"Chiese, Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1620647461:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"109","%_yoast_wpseo_content_score%":"30","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_old_date%":"2020-02-20","%_yoast_wpseo_title%":"%%title%% %%page%% %%sep%% %%sitename%% - Valle di Comino - We Love Atina","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Viale Amerigo Vecchione, 8, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.618944189470476","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.801957266934206","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"1\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_thumbnail_id%":"1289","%_jetpack_related_posts_cache%":{"c2c18c79dbb3afef5936aa7dbc916aad":{"expires":1593506897,"payload":[{"id":1312},{"id":368},{"id":393}]}},"%_last_editor_used_jetpack%":"block-editor","taxonomy=category":"Chiese, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"pll_5e583fe92a0e2","taxonomy=yst_prominent_words":"15 vani, 7 luglio, 7 luglio 1866, atina, cassa ecclesiastica, chiesa, convento, dell'ex convento, francesco, frati, leandro mancini, luglio 1866, minori osservanti, minori riformisti, municipio di atina, padre provinciale, piano, presa di possesso, san, san francesco"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png"},"id":94,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png","name":"Chiese","id":"1","type":"category","extension_fields":{"cat_order":"1"}}]},{"source":"post","title":"Palazzo Fasoli","infowindow_content":"
\r\n
\"Palazzo
\r\n
\r\n
\r\n
Palazzo Fasoli
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Con la sua pianta quadrangolare sviluppata su tre piani con attico, questo fabbricato, circoscrive Piazza Saturno assieme ai palazzi Cantelmo e Mancini. L’edificio fu costruito dalla famiglia Fasoli nel ‘700, ampliando e restaurando preesistenze pi\u00f9 antiche. Per renderlo “alla moderna”, il palazzo venne arricchito da fregi e decori che evidenziano uno stile barocco molto ricercato. […]","address":"Via Trastevere I, 33, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.61989663432672","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.800814645893862","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-fasoli/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Con la sua pianta quadrangolare sviluppata su tre piani con attico, questo fabbricato, circoscrive Piazza Saturno assieme ai palazzi Cantelmo e Mancini. L’edificio fu costruito dalla famiglia Fasoli nel ‘700, ampliando e restaurando preesistenze pi\u00f9 antiche. Per renderlo “alla moderna”, il palazzo venne arricchito da fregi e decori che evidenziano uno stile barocco molto ricercato. […]","post_content":"\n

Con la sua pianta quadrangolare sviluppata su tre piani con attico, questo fabbricato, circoscrive Piazza Saturno assieme ai palazzi Cantelmo e Mancini.

\n\n\n\n

L'edificio fu costruito dalla famiglia Fasoli nel '700, ampliando e restaurando preesistenze pi\u00f9 antiche. Per renderlo \"alla moderna\", il palazzo venne arricchito da fregi e decori che evidenziano uno stile barocco molto ricercato.

\n\n\n\n

Interessanti sono anche le decorazioni della parte alta, dove le cornici in pietra presentano risvolti mistilinei in stucco che girano intorno alle mensole. Al secondo piano i balconi sono impreziositi da ringhiere in ferro battuto.

\n\n\n\n

Attualmente \u00e8 di propriet\u00e0 della famiglia Marazza.

\n","post_title":"Palazzo Fasoli","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-fasoli/","post_featured_image":"
\"Palazzo
","post_categories":"Edifici storici, Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602503910:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"118","%_yoast_wpseo_content_score%":"60","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_page_template%":"default","%_wp_old_date%":"2020-02-20","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Trastevere I, 33, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.61989663432672","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.800814645893862","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"4\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_thumbnail_id%":"1357","taxonomy=category":"Edifici storici, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"famiglia"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png"},"id":91,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png","name":"Edifici storici","id":"4","type":"category"}]},{"source":"post","title":"Piazza Saturno","infowindow_content":"
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
Piazza Saturno
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Nella Valle di Comino, storia e leggenda si fondono, cos\u00ec come i racconti mitologici che voglio questa verde terra abitata in origine da Giano, antico dio italico del sole, delle aperture, degli inizi e delle fini. Presso di lui trov\u00f2 rifugio Saturno, che scacciato dall’Olimpo da suo figlio Giove, fu accolto e divenne partecipe nella […]","address":"Via Trastevere I, 37, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.61981442385175","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.800683217652132","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/piazza-saturno/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Nella Valle di Comino, storia e leggenda si fondono, cos\u00ec come i racconti mitologici che voglio questa verde terra abitata in origine da Giano, antico dio italico del sole, delle aperture, degli inizi e delle fini. Presso di lui trov\u00f2 rifugio Saturno, che scacciato dall’Olimpo da suo figlio Giove, fu accolto e divenne partecipe nella […]","post_content":"\n

Nella Valle di Comino, storia e leggenda si fondono, cos\u00ec come i racconti mitologici che voglio questa verde terra abitata in origine da Giano, antico dio italico del sole, delle aperture, degli inizi e delle fini. Presso di lui trov\u00f2 rifugio Saturno, che scacciato dall'Olimpo da suo figlio Giove, fu accolto e divenne partecipe nella vita de regno, insegnando agli uomini a coltivare, a costruire case e a vivere civilmente.

\n\n\n\n

Saturno govern\u00f2 l'Italia riunendo le genti ribelli sparse sulle montagne, dando loro le leggi e costruendo numerose citt\u00e0, tra cui Atina, Arpino, Aquino, Anagni e Alatri. Tutte accomunate da avere come iniziale del proprio nome la lettera \"A\", la prima lettera dell'alfabeto ebreo, caldeo, greco e latino. Questo tempo fu detto anche \"et\u00e0 dell'oro\" perch\u00e9 si viveva senza repressione e si praticavano l'onest\u00e0 e la rettitudine. Le case degli d\u00e8i erano \"mischiate\" a quelle degli uomini. Poi la delinquenza degli umani mise in fuga la Giustizia e gli d\u00e8i abbandonarono la Terra.

\n\n\n\n
\"Il
Il Dio Saturno o Giano
\n\n\n\n

L'antico stemma di Atina, a ricordo della sua mitica fondazione, recava

\n\n\n\n

l'immagine di Saturno sotto la figura di un vecchio alato, colla falce nella mano e delle spighe di grano nell'altra:
alla parte superiore sono due colonne in campo azzurro, sormontate da una corona, e intorno il motto
Atina Civitas Saturni Latio

\n\n\n\n

Attualmente lo stemma di Atina presenta solamente le colonne con la corona e il motto.

\n\n\n\n

Atina era citt\u00e0 formidabile, perch\u00e9 dalle sue fucine forgiava le migliori armi dell'antichit\u00e0. Nell'Eneide, Virgilio la descrive alleata di Turno, il re dei Latini, e contro Enea. Nel VII libro scrive:

\n\n\n\n

Quinque adeo magnae
positis incudibus urbes
Tela novant, Atina potens, Tiburque superbum, Ardea, Crustumerique, et turrigerae Antemnae

Virgilio - Eneide - Libro VII
\n\n\n\n

Cinque grosse citt\u00e0 con mille incudi
A frabbricare, a risarcir si danno
D'ogni sorte armi. La possente Atina,
Ardea l'antica, Tivoli il superbo,
E Crustumerio, e la torrita Antenna

\n","post_title":"Piazza Saturno","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/piazza-saturno/","post_featured_image":"","post_categories":"Luoghi, Piazze","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602503912:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"109","%_yoast_wpseo_content_score%":"60","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_page_template%":"","%_wp_old_date%":"2020-02-20","%_yoast_wpseo_title%":"%%title%% %%page%% %%sep%% %%sitename%% - Valle di Comino - We Love Atina","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Trastevere I, 37, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.61981442385175","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.800683217652132","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_jetpack_related_posts_cache%":{"c2c18c79dbb3afef5936aa7dbc916aad":{"expires":1593506954,"payload":[{"id":91},{"id":1119},{"id":264}]}},"taxonomy=category":"Luoghi, Piazze","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"pll_5e583dd5b490e","taxonomy=yst_prominent_words":"antico, armi, atina, case, citt\u00e0, colonne, corona, d\u00e8i, dio, eneide, giano, lettera, motto, saturno, stemma, stemma di atina, terra, uomini, vii, virgilio"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/piazza.png"},"id":83,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/piazza.png","name":"Piazze","id":"3","type":"category"}]},{"source":"post","title":"Il Parco di Santo Stefano","infowindow_content":"
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
Il Parco di Santo Stefano
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"In posizione incantevole, a 150m di dislivello da Atina, si trova la collina di Santo Stefano raggiungibile attraverso i sentieri del parco comunale. L’area \u00e8 di particolare interesse, in quanto in epoca preromana e romana questo sito costituiva l’Arx, difesa da un’estesa cinta muraria in opera poligonale di cui sono visibili ancora oggi ampi tratti […]","address":"Viale Amerigo Vecchione, 18, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.61826243083026","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.805014985211184","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/il-parco-di-santo-stefano/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"In posizione incantevole, a 150m di dislivello da Atina, si trova la collina di Santo Stefano raggiungibile attraverso i sentieri del parco comunale. L’area \u00e8 di particolare interesse, in quanto in epoca preromana e romana questo sito costituiva l’Arx, difesa da un’estesa cinta muraria in opera poligonale di cui sono visibili ancora oggi ampi tratti […]","post_content":"\n

In posizione incantevole, a 150m di dislivello da Atina, si trova la collina di Santo Stefano raggiungibile attraverso i sentieri del parco comunale. L'area \u00e8 di particolare interesse, in quanto in epoca preromana e romana questo sito costituiva l'Arx, difesa da un'estesa cinta muraria in opera poligonale di cui sono visibili ancora oggi ampi tratti relativi a due circuiti: uno esterno che comprende il Monte Morrone, il Monte Prato e il Colle, ed uno interno a difesa della collina stessa.

\n\n\n\n

Si pu\u00f2 parlare di Atina come dell'estremo e forse pi\u00f9 importante baluardo sannita a difesa delle vie di accesso al Sannio provenienti da Cassino e da Sora.

\n\n\n\n

Nel Medioevo e fino al terremoto del 1349, il colle continu\u00f2 ad essere utilizzato in funzione di difesa quale castrum. Sono ancora visibili i resti della rocca, della torre maestra e della torre a gola pentagonale.

\n","post_title":"Il Parco di Santo Stefano","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/il-parco-di-santo-stefano/","post_featured_image":"","post_categories":"Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602504057:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_wp_old_date%":"2020-02-24","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"109","%_yoast_wpseo_content_score%":"60","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_yoast_wpseo_title%":"%%title%% %%page%% %%sep%% %%sitename%% - Valle di Comino","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Viale Amerigo Vecchione, 18, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.61826243083026","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.805014985211184","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"N;","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","taxonomy=category":"Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"atina, collina, difesa, monte, torre, visibili"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/assets/images//default_marker.png"},"id":208,"infowindow_disable":false},{"source":"post","title":"Chiesa di San Pietro","infowindow_content":"
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
Chiesa di San Pietro
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Il primo Tempio dunque, in cui si principi\u00f2 ad abolire la profanit\u00e0 dell’Idolatria di questa Patria, in prima Chiesa poi consacrato dal Vescovo, Marco Galileo, al Principe degl’Apostoli S. Pietro, l’ottavo anno del suo martirio, si ritrova, essere stato di Giove, come la Cronaca dell’istessa Citt\u00e0 di Atina, rapportata ancora nel 7 Cap. del primo […]","address":"Via Sferracavallo, 1048, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.62165912149698","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.796984451420595","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/chiese/chiese-scomparse/chiesa-di-san-pietro/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Il primo Tempio dunque, in cui si principi\u00f2 ad abolire la profanit\u00e0 dell’Idolatria di questa Patria, in prima Chiesa poi consacrato dal Vescovo, Marco Galileo, al Principe degl’Apostoli S. Pietro, l’ottavo anno del suo martirio, si ritrova, essere stato di Giove, come la Cronaca dell’istessa Citt\u00e0 di Atina, rapportata ancora nel 7 Cap. del primo […]","post_content":"\n

Il primo Tempio dunque, in cui si principi\u00f2 ad abolire la profanit\u00e0 dell'Idolatria di questa Patria, in prima Chiesa poi consacrato dal Vescovo, Marco Galileo, al Principe degl'Apostoli S. Pietro, l'ottavo anno del suo martirio, si ritrova, essere stato di Giove, come la Cronaca dell'istessa Citt\u00e0 di Atina, rapportata ancora nel 7 Cap. del primo libro racconta:

\n\n\n\n ","post_title":"Chiesa di San Pietro","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/chiese/chiese-scomparse/chiesa-di-san-pietro/","post_featured_image":"","post_categories":"Chiese scomparse","post_tags":"","%_edit_lock%":"1593432280:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"960","%_yoast_wpseo_content_score%":"90","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_yoast_wpseo_title%":"Chiesa di San Pietro in Atina %%sep%% %%sitename%%","%_wp_page_template%":"default","%_wp_old_date%":"2020-05-28","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Sferracavallo, 1048, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.62165912149698","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.796984451420595","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"1\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"1\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","taxonomy=category":"Chiese scomparse","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"apostoli, chiesa, consecravit, d'atina, domum suam, et, galileo, honorem, juxta domum, juxta domum suam, magistri, marco, marco galileo, patria, post passionem, quod, tempio, templum, templum denique, vescovo"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png"},"id":650,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png","name":"Chiese","id":"1","type":"category","extension_fields":{"cat_order":"1"}}]},{"source":"post","title":"Porta dell’Assunta o di San Rocco","infowindow_content":"
\r\n
\"Porta
\r\n
\r\n
\r\n
Porta dell’Assunta o di San Rocco
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Secondo la ricostruzione pi\u00f9 attendibile, fino alla met\u00e0 del XIV secolo, l’urbanistica di Atina si articolava su tre poli: Santo Stefano (la collina a ridosso del Convento di San Francesco, o “Torretta”), il Colle della Torre (l’attuale centro storico) e Santa Maria (l’attuale cimitero), di cui i primi due fortificati. La mattina del 9 Settembre […]","address":"Via Roma, 22, 03040 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.61947756032297","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.801206248410036","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/porta-dellassunta-o-di-san-rocco/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Secondo la ricostruzione pi\u00f9 attendibile, fino alla met\u00e0 del XIV secolo, l’urbanistica di Atina si articolava su tre poli: Santo Stefano (la collina a ridosso del Convento di San Francesco, o “Torretta”), il Colle della Torre (l’attuale centro storico) e Santa Maria (l’attuale cimitero), di cui i primi due fortificati. La mattina del 9 Settembre […]","post_content":"\n

Secondo la ricostruzione pi\u00f9 attendibile, fino alla met\u00e0 del XIV secolo, l'urbanistica di Atina si articolava su tre poli: Santo Stefano (la collina a ridosso del Convento di San Francesco, o \"Torretta\"), il Colle della Torre (l'attuale centro storico) e Santa Maria (l'attuale cimitero), di cui i primi due fortificati.

\n\n\n\n

La mattina del 9 Settembre 1349, Atina venne rasa al suolo da un terribile terremoto e fu ricostruita dove attualmente sorge il centro storico. Il feudatario del tempo era Rostaino Cantelmo, che fece erigere il palazzo feudale difeso da 20 torri e da un fossato. Vi si accedeva attraverso tre porte: Santa Maria, Fontana e San Rocco. Oggi come in passato, quest'ultima porta \u00e8 l'ingresso principale dell'antica citt\u00e0.

\n\n\n\n

La struttura originaria era a sesto acuto. Come Porta Santa Maria e l'ingresso di Palazzo Cantelmo, anche la Porta dell'Assunta fu costruita secondo i canoni estetici francesi importati dai Cantelmo. Nel 1760 venne abbattuta, e ricostruita pi\u00f9 ampia a tutto sesto. Nel 1775 l'artista bolognese Giovan Battista Maini (che stava lavorando per l'abbazia di Monte Cassino) la imprezios\u00ec scolpendovi nella sommit\u00e0 un Cristo benedicente che sorregge il mondo. A seguito dei bombardamenti del Settembre del 1943, la porta fu gravemente danneggiata. Venne ricostruita nel 1948, pi\u00f9 larga di 50cm: il necessario per favorire l'ingresso ai mezzi impegnati nella ricostruzione del centro storico.

\n\n\n\n

A ridosso della Porta si trovava la chiesa di San Carlo. Secondo la tradizione fu eretta tra il 626 e il 647 dal vescovo Gaudenzio e dedicata a Santo Stefano. Nel privilegio di Innocenzo III del 1208 viene citata come chiesa di Santa Croce della Citt\u00e0. Nel 1274 fu restaurata per interessamento dell'atinate Cicchillo. Agli inizi del XVII secolo, sotto la prepositura di Giovanni Bernardino Mancino, venne rimessa a nuovo da Nicola Simonelli che vi fonda la Confraternita di San Carlo.

\n\n\n\n

All'esterno della Porta \u00e8 degna di attenzione un'epigrafe romana (C.I.L. 5116) che ricorda:

\n\n\n\n

\"Gneo Valerio Filodamo, liberto di Gneo, Gneo Valerio Sorano, figlio di Gneo. Il monumento misura sulla fronte 16 piedi, in profondit\u00e0 piedi...\"

\n\n\n\n

Nel 1887 Cesare Pascarella la descrive \"tutta rammodernata e dipinta a strisce bianche e rosse; ma nell'interno conserva intatta la costruzione medioevale. Dappertutto, nelle vie e per i vicoli, sulle case annerite dai secoli o bianchissime per la intonacatura recente, qua e l\u00e0 si scorgono avanzi di portici, finestrelle binate, colonne, capitelli e frammenti di scolture romaniche\".

\n","post_title":"Porta dell’Assunta o di San Rocco","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/porta-dellassunta-o-di-san-rocco/","post_featured_image":"
\"Porta
","post_categories":"Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1620599838:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"109","%_yoast_wpseo_content_score%":"60","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_page_template%":"default","%_wp_old_date%":"2020-03-07","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Roma, 22, 03040 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.61947756032297","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.801206248410036","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"N;","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_thumbnail_id%":"1817","%_last_editor_used_jetpack%":"block-editor","taxonomy=category":"Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"pll_60927cc9ca6eb","taxonomy=yst_prominent_words":"atina, cantelmo, centro, centro storico, gneo, gneo valerio, l'ingresso, maria, porta, ricostruita, ricostruzione, san, san carlo, santa, santa maria, santo, santo stefano, secolo, stefano, storico"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/assets/images//default_marker.png"},"id":368,"infowindow_disable":false},{"source":"post","title":"Palazzo Palombo","infowindow_content":"
\r\n
\"Palazzo
\r\n
\r\n
\r\n
Palazzo Palombo
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Secondo alcuni studiosi il palazzo fu costruito in due momenti, tra il XVII e il XVIII secolo, sul luogo dove sorgeva un’antica torre. La pianta \u00e8 poligonale irregolare. Su via della Posta spiccano cinque arcate, mentre l’ingresso \u00e8 collocato in una rientranza della parete meridionale. Tra i membri di casa Palombo, di indubbio valore fu […]","address":"Via Trastevere I, 11, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.62015529586938","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.800192373402407","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-palombo/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Secondo alcuni studiosi il palazzo fu costruito in due momenti, tra il XVII e il XVIII secolo, sul luogo dove sorgeva un’antica torre. La pianta \u00e8 poligonale irregolare. Su via della Posta spiccano cinque arcate, mentre l’ingresso \u00e8 collocato in una rientranza della parete meridionale. Tra i membri di casa Palombo, di indubbio valore fu […]","post_content":"\n

Secondo alcuni studiosi il palazzo fu costruito in due momenti, tra il XVII e il XVIII secolo, sul luogo dove sorgeva un'antica torre. La pianta \u00e8 poligonale irregolare. Su via della Posta spiccano cinque arcate, mentre l'ingresso \u00e8 collocato in una rientranza della parete meridionale.

\n\n\n\n

Tra i membri di casa Palombo, di indubbio valore fu Marcantonio, nato ad Atina intorno al 1570 e morto nel 1640. Dottore in Diritto Civile e Canonico, fu rettore della Confraternita di San Marco da 1602 al 1604, mentre due anni pi\u00f9 tardi venne nominato sindaco di Atina. Dal 1601 al 1635 Atina fi attraversata da due conflitti interni, che vedevano gli amministratori civili contrapposti al clero e al suo capo, il preposito Bernardino Mancini. Tra i perseguitati delle \"nutrite discordie civili\" ci fu lo stesso Palombo, che fu vittima di due attentati e nel 1606 venne persino scomunicato. All'origine delle controversie, l'esasperato campanilismo e il tentativo di conservare a tutti i costi l'antico potere clericale.

\n\n\n\n

Il forte legame di Marcantonio Palombo alla citt\u00e0 e l'attaccamento religioso lo portarono, fin da giovane, a raccogliere documenti e materiale sulla storia locale.

\n\n\n\n

Nel 1609 le fonti storiche vennero raccolte in quattro volumi per consentire la stesura dell'Ecclesiae Atinatis Historia in tre libri, l'ultimo dei quali ebbe inizio nel 1637. Tra le fonti, gli studi di Pietro Diacono e l'opera dello zio Luigi Galeota, notaio e figlio di un ufficiale spagnolo. L'originale \u00e8 conservato nella Biblioteca Apostolica Vaticana.

\n\n\n\n

In occasione della sua morte il principe di Stigliano lo elogia perch\u00e9 \"uomo per le sue rare virt\u00f9 non mai abbastanza lodato, di felice memoria da piangerlo tutti in questa nuova et\u00e0 e nell'altre\".

\n\n\n\n

Sulla destra Via Dolabella ricorda il celebre luogotenente di Silla, secondo la tradizione nato ad Atina ne I sec. a.C. Assieme allo stesso Silla fu l'artefice della disfatta di Mario a Sacriporto. Nell'81 a.C. Gneo Cornelio Dolabella venne eletto console.

\n","post_title":"Palazzo Palombo","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-palombo/","post_featured_image":"
\"Palazzo
","post_categories":"Edifici storici, Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602503916:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_wp_old_date%":"2020-03-06","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"118","%_yoast_wpseo_content_score%":"60","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Trastevere I, 11, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.62015529586938","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.800192373402407","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"4\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_thumbnail_id%":"1789","taxonomy=category":"Edifici storici, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"a.c, atina, civili, dolabella, fonti, marcantonio, nato, nato ad atina, palombo, silla, via"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png"},"id":365,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png","name":"Edifici storici","id":"4","type":"category"}]},{"source":"post","title":"Palazzo Visocchi","infowindow_content":"
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
Palazzo Visocchi
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Palazzo Visocchi ha assunto la forma attuale tra la prima e la seconda met\u00e0 del Settecento, presumibilmente assemblando corpi di fabbricati preesistenti, per iniziativa di Gaetano Visocchi, portolano di terra in Terra di Lavoro. Mantiene ben conservato l’aspetto esterno con leggere decorazioni tardobarocche e ringhiere lavorate; anche all’interno rimane ancora integro l’impianto settecentesco, costituito, in […]","address":"Via Trastevere I, 21, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.620327736321414","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.80035867036133","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-visocchi/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Palazzo Visocchi ha assunto la forma attuale tra la prima e la seconda met\u00e0 del Settecento, presumibilmente assemblando corpi di fabbricati preesistenti, per iniziativa di Gaetano Visocchi, portolano di terra in Terra di Lavoro. Mantiene ben conservato l’aspetto esterno con leggere decorazioni tardobarocche e ringhiere lavorate; anche all’interno rimane ancora integro l’impianto settecentesco, costituito, in […]","post_content":"\n

Palazzo Visocchi ha assunto la forma attuale tra la prima e la seconda met\u00e0 del Settecento, presumibilmente assemblando corpi di fabbricati preesistenti, per iniziativa di Gaetano Visocchi, portolano di terra in Terra di Lavoro.

\n\n\n\n

Mantiene ben conservato l'aspetto esterno con leggere decorazioni tardobarocche e ringhiere lavorate; anche all'interno rimane ancora integro l'impianto settecentesco, costituito, in sequenza a partire dal piano terra, da cantine, piano di servizio, cucine e dispense, piano di rappresentanza, appartamenti, granai.

\n\n\n\n

In corrispondenza del piano nobile, si sviluppa la galleria con ampi saloni dei quali, quello centrale decorato con motivi neoclassici alle pareti, sulla volta figure mitiche che fanno corte intorno a Mercurio.

\n\n\n\n

In parallelo alla galleria sono collocate le camere da letto con decori a tempera sulle pareti e sulle volte, ispirati alle quattro stagioni. Interessante, nella camera da pranzo, un raro esemplare di carta da parati, nota come \"carta francese\", prodotta all'inizio dell'Ottocento con il sistema della macchina continua dalle cartiere Lefevre di Isola del Liri, centro industriale famoso in quel periodo come la Manchester italiana.

\n\n\n\n

Di particolare interesse la presenza di una cappella privata, con coretto, accessibile dall'interno del palazzo, aperta al pubblico per le celebrazioni della Madonna di Loreto, a cui la Cappella \u00e8 dedicata, e del Corpus Domini, secondo antiche tradizioni locali.

\n\n\n\n

Monsignor Aniceto Ferrante, di Alvito, vescovo di Gallipoli, nacque in questa casa nel 1823, durante una breve permanenza della madre, ospite della sorella.

\n\n\n\n

Qui \u00e8 nato nel 1899 Luigi Visocchi, ingegnere, uno dei tecnici che collabor\u00f2 con Umberto Nobile alla costruzione dei dirigibili per le spedizioni al Polo Nord. Segu\u00ec poi Nobile in Russia, negli anni '30, quando il Generale fu chiamato dal governo sovietico per costruire aeronavi.

\n\n\n\n

Fin dalla sua origine il palazzo appartiene ai Visocchi, che si insediarono in Val di Comino alla fine del '500, in virt\u00f9 del privilegio che attribuiva un feudo al capostipite l'alfiere Biagio Visocchi, ufficiale dell'esercito del Regno delle due Sicilie, proveniente dal nord Europa, presumibilmente dalla Polonia.

\n\n\n\n

I Visocchi hanno ricoperto per generazioni incarichi militari ed amministrativi fino all'Unit\u00e0 d'Italia. Un ramo cadetto della famiglia, secondo la tradizione locale \"i Visocchi fuori\" (per significare la loro residenza fuori della cinta muraria di Atina), si \u00e8 affermato nel campo delle attivit\u00e0 industriali, dell'agronomia e della politica.

\n","post_title":"Palazzo Visocchi","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-visocchi/","post_featured_image":"","post_categories":"Edifici storici, Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1620595255:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"118","%_yoast_wpseo_content_score%":"30","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_old_date%":"2020-03-05","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Trastevere I, 21, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.620327736321414","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.80035867036133","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"4\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_jetpack_related_posts_cache%":{"c2c18c79dbb3afef5936aa7dbc916aad":{"expires":1593506837,"payload":[{"id":1232},{"id":91},{"id":1123}]}},"%_last_editor_used_jetpack%":"block-editor","taxonomy=category":"Edifici storici, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"cappella, carta, galleria, nobile, nord, palazzo, pareti, piano, presumibilmente, terra, visocchi"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png"},"id":350,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png","name":"Edifici storici","id":"4","type":"category"}]},{"source":"post","title":"Casa di Samuele Pagano","infowindow_content":"
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
Casa di Samuele Pagano
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Fondatore della tradizione musicale atinate, il Maestro Samuele Pagano visse e cre\u00f2 in questa abitazione notevoli composizioni sinfoniche, sacre, da camera, per pianoforte, per violino e pianoforte, per mandolino, marce sinfoniche e passodoppi per banda, marce funebri, marce militari, ecc. Nono di diciannove figli, il piccolo Samuele nacque ad Atina il 18 Maggio 1883. Gi\u00e0 […]","address":"Via Trastevere I, 26, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.62021544956778","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.800452547676851","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/casa-di-samuele-pagano/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Fondatore della tradizione musicale atinate, il Maestro Samuele Pagano visse e cre\u00f2 in questa abitazione notevoli composizioni sinfoniche, sacre, da camera, per pianoforte, per violino e pianoforte, per mandolino, marce sinfoniche e passodoppi per banda, marce funebri, marce militari, ecc. Nono di diciannove figli, il piccolo Samuele nacque ad Atina il 18 Maggio 1883. Gi\u00e0 […]","post_content":"\n

Fondatore della tradizione musicale atinate, il Maestro Samuele Pagano visse e cre\u00f2 in questa abitazione notevoli composizioni sinfoniche, sacre, da camera, per pianoforte, per violino e pianoforte, per mandolino, marce sinfoniche e passodoppi per banda, marce funebri, marce militari, ecc.

\n\n\n\n

Nono di diciannove figli, il piccolo Samuele nacque ad Atina il 18 Maggio 1883. Gi\u00e0 da bambino i Maestri Corvi e Pipitone - ad Atina per dar vita ad un complesso bandistico - intravidero in lui una spiccata predisposizione alla musica, tanto che, a 9 anni, era gi\u00e0 un promettente suonatore di flauto, chitarra e violino. L'Onorevole Alfonso Visocchi, deputato al Parlamento e Senatore del Regno, riconobbe le sue eccellenti doti e lo accompagn\u00f2 a Napoli seguendone la formazione.

\n\n\n\n

La bravura, l'impegno e le \"eccezionali qualit\u00e0 musicali\", permisero il superamento dell'esame di ammissione al Regio Conservatorio di Musica \"San Pietro a Majella in Napoli\". Furono nove anni di assidue lezioni e studi severi. Il 16 Novembre 1903, con il massimo dei voti, consegu\u00ec il Diploma e Licenza e Magistero nel ramo Istrumentazione per Banda. Tra i suoi Maestri vanno ricordati Giuseppe Martucci, Camillo De Nardis, Pietro Platania, Ettore Fieramosca, Francesco Ancona.

\n\n\n\n

Nel 1915 vinse un concorso divenendo Direttore della banda Presidiarla del 59\u00b0 Reggimento di Fanteria. Tre anni pi\u00f9 tardi, al termine dell'incarico, venne elogiato perch\u00e9 \"messo a capo del Concerto formato da elementi avventizi e instabili, in pochi giorni seppe formare un tutto armonico ben affiatato\". Il suo \"squisito senso artistico\", unito alla \"perfetta tecnica\" e alle \"ottime maniere\" lo fecero giudicare un \"ottimo Direttore di Banda di ordinanza\".

\n\n\n\n

Numerosi i concerti e i riconoscimenti ottenuti in tutta Europa. Il 10 Novembre 1923, in occasione della serata di gala tenuta a Parigi per il Genetliaco di S.M. Re Vittorio Emanuele, diresse il Concerto Vocale Strumentale. Tra le composizioni in programma fu molto applaudita una marcia sinfonica di sua composizione: Capricciosa. Per i suoi meriti artistico-culturali, nel 1932 fu nominato membro onorario dell'Accademia Musicale \"Giuseppe Verdi\".

\n\n\n\n

Il forte legame che lo univa ad Atina lo port\u00f2, dal 1904 al 1964, a dirigere il Complesso Bandistico Civico \"Citt\u00e0 di Atina\".

\n\n\n\n

Diresse anche il Complesso Bandistico \"Citt\u00e0 di Alvito\"(1945), \"Citt\u00e0 di Monte San Giovanni Campano\" (1946) e i grandi complessi pugliesi e abruzzesi, come Gioia del Colle, Chieti, Acquaviva delle Fonti, ecc.

\n\n\n\n

Mor\u00ec il 10 Dicembre 1972. Di lui resta il ricordo come scrisse il Giornale d'Italia - del \"gusto\", della \"geniale ispirazione e possesso non comune di tecnica musicale\".

\n","post_title":"Casa di Samuele Pagano","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/casa-di-samuele-pagano/","post_featured_image":"","post_categories":"Edifici storici, Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602504178:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_wp_old_date%":"2020-03-05","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"118","%_yoast_wpseo_content_score%":"30","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Trastevere I, 26, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.62021544956778","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.800452547676851","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"N;","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_jetpack_related_posts_cache%":{"c2c18c79dbb3afef5936aa7dbc916aad":{"expires":1593577111,"payload":[{"id":1327},{"id":1306},{"id":1312}]}},"taxonomy=category":"Edifici storici, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"10, atina, banda, bandistico, citt\u00e0, complesso, complesso bandistico, composizioni, maestri, marce, musica, musicale, napoli, novembre, pianoforte, pietro, samuele, san, sinfoniche, violino"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/assets/images//default_marker.png"},"id":343,"infowindow_disable":false},{"source":"post","title":"Palazzo Prepositurale di Atina","infowindow_content":"
\r\n
\"palazzo
\r\n
\r\n
\r\n
Palazzo Prepositurale di Atina
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Il Palazzo Prepositurale, conosciuto come “Le Pennate”, colpisce per la sua forma allungata, leggermente curvilinea, dominata dall’austero porticato coperto da volte a crociera e definita da otto colonne romane riutilizzate e due pilastri quadrangolari esterni. Assieme al Palazzo Cantelmo e alla facciata della Cattedrale S. Maria Assunta definisce Piazza Marconi (gi\u00e0 Piazza San Giovanni) e […]","address":"Via Trastevere I, 11, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.61986655733583","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.79999657214432","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-prepositurale-di-atina/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Il Palazzo Prepositurale, conosciuto come “Le Pennate”, colpisce per la sua forma allungata, leggermente curvilinea, dominata dall’austero porticato coperto da volte a crociera e definita da otto colonne romane riutilizzate e due pilastri quadrangolari esterni. Assieme al Palazzo Cantelmo e alla facciata della Cattedrale S. Maria Assunta definisce Piazza Marconi (gi\u00e0 Piazza San Giovanni) e […]","post_content":"\n

Il Palazzo Prepositurale, conosciuto come \"Le Pennate\", colpisce per la sua forma allungata, leggermente curvilinea, dominata dall'austero porticato coperto da volte a crociera e definita da otto colonne romane riutilizzate e due pilastri quadrangolari esterni.

\n\n\n\n

Assieme al Palazzo Cantelmo e alla facciata della Cattedrale S. Maria Assunta definisce Piazza Marconi (gi\u00e0 Piazza San Giovanni) e il cuore del centro storico.

\n\n\n\n

Il Palagio San Marco

\n\n\n\n

Il Palagio San Marco fu fatto costruire sotto l'egida del cardinale Tolomeo II Gallio, duca di Alvito, per fornire un comodo alloggio e un pranzo a quanti, sia forestieri che cittadini, visitavano Atina in occasione della solennit\u00e0 patronale.

\n\n\n\n
\"\"
Uno degli stemmi prepositurali incastonati nella facciata del palazzo.
\n\n\n\n

Nel 1598 - su progetto dell'atinate Giovanni Battista Onofri, Medoro Mancini e Giovanni Persechini, rettori della Confraternita di San Marco, diedero inizio alla fabbrica, ampliando le case di San Marco. L'opera fu continuata e portata a termine nel 1600 da Girolamo Tutinelli e Giacomo Di Paolo, economi dell'Ospedale.

\n\n\n\n

Due iscrizioni ne ricordano la fondazione:

\n\n\n\n

\"A Dio Massimo, portici con colonne a S. Marco Pontefice. Vescovo e martire della citt\u00e0 di Atina, l'illustre Cardinale Comense nel tempo sotto il governo spirituale del Rev. Antonio Mancini, Preposito di Atina, C.I. Medoro Mancini e Giovanni Persichini curarono con stupenda costruzione nell'anno del signore 1598\"

\n\n\n\n

Sotto, a caratteri gotici si legge:

\n\n\n\n

\"Non questa lapide, S. Marco sta come salda colonna, dalla cui mano, \u00e8 sostenuta la forte Atina\".

\n\n\n\n
\"\"
Epigrafe posta sul lato sx del Palazzo Prepositurale
\n\n\n\n

In quegli anni il Clero atinate era formato da 12 Canonici e da un Preposto che aveva \"giurisdittione Episcopale di correggere, et conferir et ha l'uso del Baculo, et Mitra: a presente \u00e8 Preposto il Signore Antonio Mancino d'Atino, persona di circa 60 anni, et di belle qualit\u00e0, Dottor di Teologia, che h\u00e0 servito \u00e0 la Corte di Roma l'Illustrissimo Cardinal Farnese di bona memoria, et \u00e8 persona pratica, et cortese, et st\u00e0 comodo, ancorch\u00e9 la prepositura non vaglia pi\u00f9 di 200 ducati in circa un'anno per l'altro\".

\n\n\n\n

Nonostante la semplicit\u00e0, il prospetto del palazzo \u00e8 impreziosito da piccoli stemmi prepositurali, cornici marcadavanzali e reperti d'epoca romana.

\n","post_title":"Palazzo Prepositurale di Atina","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/edifici-storici/palazzo-prepositurale-di-atina/","post_featured_image":"
\"palazzo
","post_categories":"Edifici storici, Luoghi","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602504175:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_wp_old_date%":"2020-03-04","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"118","%_yoast_wpseo_content_score%":"90","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_yoast_wpseo_title%":"%%title%% %%page%% %%sep%% Le Pennate - %%sitename%%","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via Trastevere I, 11, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.61986655733583","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.79999657214432","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"4\";}","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_jetpack_related_posts_cache%":{"c2c18c79dbb3afef5936aa7dbc916aad":{"expires":1593506856,"payload":[{"id":110},{"id":1312},{"id":393}]}},"%_thumbnail_id%":"1795","taxonomy=category":"Edifici storici, Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"1598, atina, colonne, et, facciata, giovanni, mancini, mancini e giovanni, marco, medoro mancini, medoro mancini e giovanni, palagio san, palagio san marco, palazzo, palazzo prepositurale, piazza, prepositurale, san, san marco, stemmi prepositurali"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png"},"id":333,"infowindow_disable":false,"categories":[{"icon":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png","name":"Edifici storici","id":"4","type":"category"}]},{"source":"post","title":"La grande Cisterna in opera poligonale di Piazza Garibaldi","infowindow_content":"
\r\n
\"La
\r\n
\r\n
\r\n
La grande Cisterna in opera poligonale di Piazza Garibaldi
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"La struttura urbana di Atina ha origine in epoca medievale e risulta centrata sulla Chiesa dell’Assunta sorta sul tempio di Saturno e sul palazzo costruito dai Duchi di Cantelmo nel XIV secolo su una rocca preesistente; questo primo nucleo urbano era servito da tre strade principali che si collegano tuttora con strette gradonato a ci\u00f2 […]","address":"Via S. Nicola, 48, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.61906850938678","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.80175073684006","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/senza-categoria/la-grande-cisterna-in-opera-poligonale-di-piazza-garibaldi/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"La struttura urbana di Atina ha origine in epoca medievale e risulta centrata sulla Chiesa dell’Assunta sorta sul tempio di Saturno e sul palazzo costruito dai Duchi di Cantelmo nel XIV secolo su una rocca preesistente; questo primo nucleo urbano era servito da tre strade principali che si collegano tuttora con strette gradonato a ci\u00f2 […]","post_content":"\n

La struttura urbana di Atina ha origine in epoca medievale e risulta centrata sulla Chiesa dell'Assunta sorta sul tempio di Saturno e sul palazzo costruito dai Duchi di Cantelmo nel XIV secolo su una rocca preesistente; questo primo nucleo urbano era servito da tre strade principali che si collegano tuttora con strette gradonato a ci\u00f2 che resta della cerchia di mura ed alle sue case-torre.

\n\n\n\n

Lo sviluppo urbano continua nel XVII e XVIII secolo, infatti in questo periodo il tessuto urbano si espande oltre le mura e si arricchisce di palazzi signorili e nuove chiese.
Purtroppo resta poco dell'importante periodo di epoca imperiale e repubblicana.

\n\n\n\n

Gli scavi urbani dell'autunno 2006 hanno portato alla luce, ad una quota di 3m di profondit\u00e0 dal piano di calpestio attuale della piazza, una grande cisterna di forma ellittica, realizzata in opera poligonale, con blocchi ancora perfettamente connessi. Il piano pavimentale, scoperto solo con un limitato saggio, che ha raggiunto la profondit\u00e0 di ben 8m, \u00e8 costituito da tegoloni posti di piatto, accuratamente accostati.

\n\n\n\n

La funzione di raccolta idrica della struttura \u00e8 sottolineata dalla sua collocazione topografica in una zona di naturale compluvio, racchiusa tra la collina di S. Stefano ad est (l'acropoli) e l'altura dell'attuale centro storico a ovest.

\n\n\n\n\n\n\n\n

Si pu\u00f2 inoltre ipotizzare un collegamento funzionale di questa struttura con l'acquedotto romano di prima et\u00e0 imperiale, il quale entrava in citt\u00e0 nei pressi della cisterna: la tradizione storiografica atinate racconta infatti che un \"grande vaso di pietre lavorate con molti aquidotti di piombo\" era visibile nella piazza nel 1700 (\"Memorie istoriche dell'anticha citt\u00e0 di Atina\" - Tauleri Bonaventura - Napoli 1702), quindi un castellum aquae.

\n\n\n\n
\"Cisterna
Cisterna romana di Atina - Ottobre 2006 durante i lavori di scavo - \u00a9 Giuseppe Massa
\n\n\n\n
\n\n\n\n

In epoca romana e precisamente nel I sec. d.C., ad Atina era stato effettivamente costruito un acquedotto che attraverso condotti sotterranei e dopo aver percorso un tratto di circa 8km si riversava in un bacino terminale detto castellum aquae, situato ovviamente in una zona alta della citt\u00e0, che attraverso una serie di condutture distribuiva l'acqua in fontane e cisterne disposte in vari punti della citt\u00e0, dopo un opportuno periodo di decantazione e purificazione dell'acqua stessa.

\n\n\n\n

Dal castellum aquae, un condotto sotterraneo faceva confluire l'acqua in un collettore di distribuzione che lo storico Buonaventura Tauleri cos\u00ec ci descrive nel suo volume su Atina del 1702:

\n\n\n\n

\"giungeva alla Piazza della Citt\u00e0, ove per comodit\u00e0 dei cittadini e di quanti a questa concorrevano, in un gran vaso di pietre lavorate, ancora in piedi ..., si congregava per poi diramarsi, con molti acquedotti di piombo, in diverse parti di questa Citt\u00e0, n\u00e9 Giardini e Campi della medesima\"

\n\n\n\n

A sostegno di quanto scritto dal Tauleri, nell'immediato dopoguerra in piazza Garibaldi erano ancora visibili due grossi serbatoi di raccolta delle acque, poi riempiti con il materiale proveniente dalle macerie delle abitazioni e scomparsi in seguito alle ricostruzioni post belliche.
La vasca ritrovata nel 2006, per la sua quota inferiore rispetto ai piani antichi, deve essere individuata come il serbatoio adibito alla decantazione delle acque prima della loro immissione nel castellum aquae che doveva sorgere proprio a ridosso della porta dell'Assunta, attuale ingresso al centro storico e punto tra i pi\u00f9 elevati del tessuto urbano.

\n\n\n\n

*Foto in copertina di Massimo Caira

\n","post_title":"La grande Cisterna in opera poligonale di Piazza Garibaldi","post_link":"https://visitatina.com/senza-categoria/la-grande-cisterna-in-opera-poligonale-di-piazza-garibaldi/","post_featured_image":"
\"La
","post_categories":"Senza categoria","post_tags":"","%_edit_lock%":"1602506178:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_wp_old_date%":"2020-02-27","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"1","%_yoast_wpseo_content_score%":"30","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_page_template%":"default","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_wpgmp_location_address%":"Via S. Nicola, 48, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.61906850938678","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.80175073684006","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:2:{i:0;s:1:\"1\";i:1;s:1:\"3\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"N;","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_thumbnail_id%":"1292","%_jetpack_related_posts_cache%":{"c2c18c79dbb3afef5936aa7dbc916aad":{"expires":1593506563,"payload":[{"id":728},{"id":1119},{"id":1214}]},"b776a3b1b4be5ea3258aa929b72977ef":{"expires":1593513834,"payload":[{"id":728},{"id":1119},{"id":1214}]}},"taxonomy=category":"Senza categoria","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"pll_6093251ac592a","taxonomy=yst_prominent_words":"2006, atina, atina ottobre, atina ottobre 2006, castellum aquae, centro storico, cisterna romana, cisterna romana di atina, cisterna romana di atina ottobre, citt\u00e0, giuseppe massa, lavori di scavo, ottobre 2006, pietre lavorate, romana di atina, romana di atina ottobre, romana di atina ottobre 2006, tessuto urbano, vaso di pietre, vaso di pietre lavorate"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/assets/images//default_marker.png"},"id":264,"infowindow_disable":false},{"source":"post","title":"Via Planca","infowindow_content":"
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
Via Planca
\r\n \r\n
\r\n
\r\n
\r\n
","content":"Questo asse viario cittadino trae verosimilmente il nome dall’atinate Gneus Plancius. Questi nel 58 a.C. mentre era questore in Macedonia, ospit\u00f2 il conterraneo Marco Tullio Cicerone che ivi si era recato in esilio. Pochi anno dopo, Cicerone ricambi\u00f2 la cortesia pronunziando l’orazione Pro Plancio a difesa dell’atinate, al quale il rivale sconfitto contestava l’elezione a […]","address":"Via Planca, 48, 03042 Atina FR, Italia","location":{"lat":"41.619300104720764","city":"Atina","state":"Lazio","country":"Italia","lng":"13.799222754843523","onclick_action":"marker","redirect_permalink":"https://visitatina.com/luoghi/via-planca/","zoom":17,"extra_fields":{"post_excerpt":"Questo asse viario cittadino trae verosimilmente il nome dall’atinate Gneus Plancius. Questi nel 58 a.C. mentre era questore in Macedonia, ospit\u00f2 il conterraneo Marco Tullio Cicerone che ivi si era recato in esilio. Pochi anno dopo, Cicerone ricambi\u00f2 la cortesia pronunziando l’orazione Pro Plancio a difesa dell’atinate, al quale il rivale sconfitto contestava l’elezione a […]","post_content":"\n

Questo asse viario cittadino trae verosimilmente il nome dall'atinate Gneus Plancius. Questi nel 58 a.C. mentre era questore in Macedonia, ospit\u00f2 il conterraneo Marco Tullio Cicerone che ivi si era recato in esilio. Pochi anno dopo, Cicerone ricambi\u00f2 la cortesia pronunziando l'orazione Pro Plancio a difesa dell'atinate, al quale il rivale sconfitto contestava l'elezione a edile.

\n\n\n\n

A seguito della edificazione di Atina successivamente al terremoto del 1349, via Planca metteva in comunicazione le tre porte della citt\u00e0. Alle vostre spalle si ergeva in effetti Porta della Fontana, cos\u00ec chiamata perch\u00e9 conduceva ad una fontana ubicata fuori le mura. Da questa porta, scendendo per via Planca (nord), si raggiunge Porta S. Maria. Salendo invece per via Planca (est), si giunge a Porta San Rocco o dell'Assunta.

\n\n\n\n

Lungo quest'ultimo tratto di viabilit\u00e0, furono erette alcune \"case palazziate\u201d frutto dello sviluppo settecentesco di Atina. Si segnalano tra queste i palazzi Mancini e Tutinelli. Il primo, purtroppo distrutto dai bombardamenti del 1943, venne affrescato dal valente Teodoro Mancini (1796-1868), allievo del Canova ed amico del Thorvaldsen, e abbellito con ricco giardino. Della famiglia Mancini, vanno ricordati anche i sacerdoti Teodoro (+1573), Antonio (+1601) e Giovanni Bernardino (+1635) che hanno lungamente governato la prepositura di Atina tra la fine del Cinquecento e i primi decenni del Seicento.

\n\n\n\n

Palazzo Tutinelli \u00e8 ubicato tra i vicoli Sant'Anna e Giardino. Di questa famiglia, si segnalano: il canonico Pietro, abate di S. Maria in Canneto nel 1568 e vicario della prepositura di Atina; l'avvocato Marco, sindaco di Atina in pi\u00f9 occasioni ed esecutore testamentario dello zio Domenico Leonardi nella costruzione della

\n","post_title":"Via Planca","post_link":"https://visitatina.com/luoghi/via-planca/","post_featured_image":"","post_categories":"Luoghi","post_tags":"","%_wpcom_is_markdown%":"1","%_edit_lock%":"1602198076:1","%_yst_prominent_words_version%":"1","%_edit_last%":"1","%_yoast_wpseo_primary_category%":"109","%_wpgmp_location_address%":"Via Planca, 48, 03042 Atina FR, Italia","%_wpgmp_location_city%":"Atina","%_wpgmp_location_state%":"Lazio","%_wpgmp_location_country%":"Italia","%_wpgmp_metabox_latitude%":"41.619300104720764","%_wpgmp_metabox_longitude%":"13.799222754843523","%_wpgmp_metabox_location_redirect%":"marker","%_wpgmp_metabox_custom_link%":"","%_wpgmp_map_id%":"a:1:{i:0;s:1:\"1\";}","%_wpgmp_metabox_marker_id%":"N;","%_wpgmp_metabox_taxomomies_terms%":"N;","%_wpgmp_extensions_fields%":"N;","%_yoast_wpseo_content_score%":"60","%_yoast_wpseo_focuskeywords%":"[]","%_yoast_wpseo_keywordsynonyms%":"[\"\"]","%_wp_old_date%":"2020-10-09","taxonomy=category":"Luoghi","taxonomy=post_tag":"","taxonomy=post_format":"","taxonomy=language":"Italiano","taxonomy=post_translations":"","taxonomy=yst_prominent_words":"atina, cicerone, famiglia, mancini, marco, maria, porta, via"},"icon":"https://visitatina.com/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/assets/images//default_marker.png"},"id":1782,"infowindow_disable":false}],"styles":[{"featureType":"poi","elementType":"all","stylers":[{"visibility":"off"}]},{"featureType":"landscape.man_made","elementType":"geometry","stylers":[{"color":"#bababa","visibility":"on"}]},{"featureType":"poi.sports_complex","elementType":"Select Element Type","stylers":[{"color":"#","visibility":"on"}]}],"map_property":{"map_id":"1","debug_mode":false},"shapes":{"drawing_editable":false},"filters":{"filters_container":"[data-container=\"wpgmp-filters-container\"]"},"marker_category_icons":{"1":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/chiesa.png","2":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/pizzeria.png","3":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/piazza.png","4":"https://visitatina.com/wp-content/uploads/2020/06/edificio-storico.png"}}).data("wpgmp_maps");});